FRAMMENTI DI UN PALAZZO

Questa casa appartiene alla famiglia Finamore fin dalla seconda metà del ‘700.

A quel tempo faceva parte di un palazzotto, poi diviso fra diversi fratelli.

Nel 1806 il palazzo fu in parte distrutto da un incendio:
la storia del paese conserva il ricordo del “sacco di Rocca” compiuto dalle truppe napoleoniche comandate dal generale Massena, quando persero la vita decine di paesani. Sul portone dell’ingresso secondario della nostra Dimora, sono visibili ancora i fori dei proiettili che furono sparati dall’invasore per entrare.

Questo “frammento” dell’antico palazzo conserva la posizione dominate rispetto al resto del paese, traccia dell’antico prestigio. Ci troviamo a Rocchetta, in rione Santa Croce - la croce che esiste ancora oggi, nell’angolo della piazzetta – al centro fra il monte Bulgheria, il mare e una vallata che si estende a perdita d’occhio.

biscotti

Un sapore antico che piace sempre, quello dei biscotti alle “nocelle” da intingere in un bicchiere di vino passito, o quello dei biscotti farciti con le...

Vai al Prodotto

fichi

Il Fico Bianco del Cilento della azienda agricola Le Valli è nascosto nella glassa di cioccolato fondente per racchiudere in sé il sapore della nostra terra...

Vai al Prodotto

olio

L’olio extravergine di oliva Don Florindo è estratto da olive monovarietali  Pisciottana. Aroma equilibrato amaro piccante con sentori di pomodoro e carciofo.

Vai al Prodotto

Italia-BedandBreakfast-logo  tripadvisor-120      identita-mediterranee
Free business joomla templates